home

ricerca per: _media

Protesti 2011
Sono 9.144 i protesti levati nel 2011 a Genova, in diminuzione del 9,9% rispetto al totale dei protesti del 2010; l’importo complessivo è di 13.939.326.9 euro anch’esso in diminuzione, del 15,2% rispetto al precedente anno.
Del totale dei titoli il 16,9% sono assegni bancari (1.541), l’1,9% sono tratte non accettate (178) e l’81,2% sono pagherò e tratte accettate (7.425).
Gli importi delle cambiali sono in diminuzione del 21,1% per pagherò e tratte accettate e del 73,5% per le tratte non accettate (da notare variazione alta su numero esiguo di titoli 178); è in lieve aumento, del 2,4%, l’ammontare degli assegni bancari.
Dall’analisi dei valori medi risulta che:
in media un titolo di credito è di 1.524,4 euro;
gli assegni sono aumentati del 5,15%;
le tratte non accettate vedono un +35,3%;
e i pagherò e le tratte accettate diminuiscono del 18,6%.
Dall’esame dei dati sui protesti emerge, di riflesso, il dato di ricorso al titolo di credito che risulta costante nel tempo con una lieve flessione negli importi, rispetto al 2008, del 10,7%, nonostante l’introduzione e il ricorso a nuove forme di pagamento (carta di credito, bonifico, ecc.).
In particolare l’uso dell’assegno bancario rispetto agli altri titoli di credito risulta in diminuzione: nel 2011 ogni assegno protestato, 4,9 cambiali hanno subito la “levata” del protesto mentre nel 2008 le cambiali erano 3.
In conclusione, la tendenza dei protesti nel 2011 e nuovamente in discesa. E’ stata assorbita completamente l’impennata registrata nel 2009 e tutti i valori complessivi sono con valori percentuali in diminuzione.
(dati provvisori)
Infografica - link immagine


Iscrizioni e cessazioni imprese a Genova - medie mobili e dati mensili


Età media per comune 2011 - Provincia di Genova


"Imprese cessate in un giorno" - Media giornaliera delle imprese cessate - confronti territoriali
2016 - 1° trim. - 2° trim. - 3° trim. - 4° trim. - vers. pdf
2015 - 1° trim. - 2° trim. - 3° trim. - 4° trim.- vers. pdf
2014 - 1° trim.2° trim. - 3° trim. - 4° trim.- vers. pdf
2013 - 1° trim. - 2° trim. - 3° trim. - 4° trim. - vers. pdf
2012 - 1° trimanno - vers. pdf


Rapporto Coop 2016
Presentata l’anteprima digitale del “Rapporto Coop 2016” redatto dall’Ufficio Studi di Ancc-Coop (Associazione Nazionale Cooperative di Consumatori) con la collaborazione scientifica di Ref. Ricerche, il supporto d’analisi di Nielsen e i contributi originali di Iri Information Resources, GFK, Demos, Nomisma e Ufficio Studi Mediobanca.Il Rapporto, anche quest’anno in versione digitale interattiva e multimediale, analizza l’andamento dei diversi segmenti di consumo e l’evoluzione del retail; in particolare si concentra sulle traiettorie della ripresa in un confronto Italia-Europa, sui mutamenti delle famiglie e sui cambiamenti nei comportamenti di spesa.

Rapporto Coop 2016


La popolazione straniera in provincia di Genova al 1° gennaio 2015
Popolazione straniera nei comuni della provincia di Genova  al 1° gennaio 2015 per sesso e relativa percentuale sul totale della popolazione comunale. Età media, variazione assoluta rispetto al 1° gennaio 2014, principali 5 paesi di nascita e relativo peso sul totale della popolazione straniera 
vers. pdf


Economia del mare nel 2015
È stata presentata a maggio l’edizione 2016 sulla Blue Economy che aggiorna i precedenti studi al 2015.
• La Liguria è la prima regione per incidenza di imprese dell’economia del mare sul totale (9% contro una media nazionale del 3,1% a livello nazionale).
• Genova si colloca all’ottavo posto della graduatoria delle province italiane con l’8,4%
continua...

Approfondimento


Tariffe medie del costo orario della manodopera per le imprese di Carrozzeria in Genova e provincia dal 2002 al 2016
L'Associazione fra Carrozzieri, CNA Carrozzieri e Confartigianato Autoriparatori di Genova determinano ogni anno la tariffa oraria media del costo della manodopera.
Nell'applicazione della tariffa è facoltà di ogni impresa di carrozzeria la variazione sino al 15% (quindici per cento) in più o in meno, a seconda delle caratteristiche strutturali e organizzative dell'impresa stessa (fermo restando il diritto di ogni impresa a eventualmente calcolare il proprio costo orario e sostenerlo nelle sedi opportune).


Le rimesse degli immigrati in Liguria
Il dato complessivo nel 2015 è di quasi 198 milioni di euro (il 3,8% del totale nazionale), più che raddoppiato rispetto a quello del 2005. L’Ecuador è al primo posto per ammontare complessivo delle rimesse, posizione occupata solidamente dalla Romania a livello nazionale. Altra importante differenza tra la fotografia regionale e quella nazionale è rappresentata dalla Cina, solo undicesima nella graduatoria ligure ma seconda in Italia. La rimessa media per residente straniero è pari, nella regione, a 1.453,40 euro, vale a dire quasi 410 euro in più del dato medio nazionale (con ampie diversificazioni per nazionalità). La Liguria presenta situazioni diversificate tra le sue stesse province, con sei Paesi presenti ovunque (Ecuador, Romania, Bangladesh, Marocco, Albania e Filippine), ma con, al primo posto, un paese diverso per ciascuna delle sue province (Ecuador a Genova, Romania a Imperia, Repubblica Dominicana a La Spezia e Bangladesh a Savona).

Link esterno



FocuStudi FOI mobile app
Per la ricerca e visualizzazione dell'indice dei prezzi al consumo FOI, viene usato per adeguare periodicamente i valori monetari, ad esempio gli affitti o gli assegni dovuti al coniuge separato. Disponibile per i dispositivi mobile Apple iOS ed Android.
Focustudi FOI Android Focustudi FOI Apple iOS



Licenza Creative Commons (By-NC-SA) license
FocuStudi is licensed under a Creative Commons Attribuzione - Non opere derivate 3.0 Italia License. Based on a work at www.focustudi.ge.camcom.gov.it
Settore Statistica e Prezzi - Sportello informativo economico statistico - Camera di Commercio di Genova

powered by CM2 pulsante.it W3C W3Ccompliant system